.
Annunci online

 

satira, un punto di vista un po' storto
2 ottobre 2014
Oplà, sparito

Fantastica, la trovata del TFR.
Il TFR (trattamento di fine rapporto) è la popolare "liquidazione", dei soldi cioè che fanno parte del compenso del lavoratore e che l'azienda datrice di lavoro accantona (o dovrebbe) per renderli al lavoratore quando questi se ne va.
Ora il governo rènzi, giovane e svelto, dice: invece che dare quei soldi al lavoratore quando questi se ne va, diàmoglieli insieme allo stipendio mensile, così li spende!

Ora, ci vuole una faccia stratosferica, per far passare come "aumento in busta paga" il carico in essa della liquidazione "così la spendi". Ma come: son soldi miei, intanto, e quindi non mi fai nessun "aumento"; e poi me li dai per farmeli spendere? Insomma perché io, rincoglionito dalla linea soave della nuova Duna, li bùtti nel cesso del mercato minchiata, così poi non li avrò più? Ma dico: sei scemo, o mi stai dando dello scemo?

Fatta muta ogni altra considerazione sull'opportunità di indebitare ancor più le imprese, la trovata del governo svelto, è proprio da governo svelto; i giocatori delle tre carte, sempre lì con quelle tre carte, sono dei bischeri, al confronto.
Insomma: votate altro, ragazzi, altro; che so: Cicciolina, il Partito dei Pensionati, lo Slovenska Skupnost, altro qualsiasi.
Ma questi, questi no, perdio.
sfoglia
settembre        novembre
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte