.
Annunci online

 

satira, un punto di vista un po' storto
letteratura
14 febbraio 2014
Omaggi

Io non ho mai pregato, nelle difficoltà. Non mi sembrava utile; a chi ti rivolgi? Come sai che la richiesta arriva? Non hai la ricevuta di ritorno, e poi il destinatario è morto, anche se si tratta di Dio; Dio, come si sa, è morto.
Sono andato avanti così, semplicemente mugugnando tra me e me (dunque non da solo), di fronte alle magagne che nella vita càpitano strutturalmente; mugugnare non serve come non serve pregare, ma non serve nemmeno urlare di dolore quando ci si pesta un dito, però è inevitabile. Sono andato avanti così fino ad oggi.

Ma oggi ho pregato; di fronte al fatto critico che il lavoro si è dimezzato, che i miei migliori clienti sono falliti ed i pochi rimasti non pagano le commesse, anche io ho pregato. E ho pregato Freak Antoni.
Prima era vivo e, da vivo, come tutti noi, non se lo filava quasi nessuno, ma ora è morto e finalmente può rendersi utile; dunque lo prego: Freak, Frìc (per gli amici): fài sì che quegli stronzi mi paghino almeno le fatture dell'anno scorso, fa' ppermé uno dei tuoi miracoli, che poi sarebbe il primo e pensa che forte, fare il primo miracolo, e per l'economia della nazzione, o almeno per la mia. Non m'interessa che piàgni da una delle tue fotografie, Frìc, e nemmeno che compari da qualche parte ad uno scolaro dicendogli cose che nessuno capisce: mi interessa che quegli stronzi degenerati pezzenti mi paghino le commesse, Fric; siamo seri, per cortesia.
So che mi ascolti e mi prevedi e mi cosi, o Frìc, e anch'io ti coso e ti soggiungo e ti logaritmo e ti ti, ma ora veniamo al pratico, Frìc: le fatture.

Con molta fede, passione, volontà, speranza, abnegazione, timore (perché? - vabbè, mettiamocelo) e libertà di emicrania, àbbiti cura di noi, in sempre per sempre e con sempre.

Ciao

sfoglia
gennaio        marzo
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte