.
Annunci online

 

satira, un punto di vista un po' storto
ECONOMIA
24 ottobre 2014
Era così semplice

Come tutti quelli che lavorano in proprio, anch’io nello svolgimento della mia attività ho una quantità di spese cui far fronte; non dico nulla di nuovo rendendo noto che “la crisi” mi ha quasi rovinato poiché ha più che dimezzato le entrate lasciando che i costi potessero levitare, cinguettando beffardamente.
Ma bisogna pagare; eppure bisogna pagare. Con pensierini così, la notte non ci si diverte. 
Ebbene: mai, mai avrei sperato che i miei problemi – ma che dico: i nostri problemi - svanissero così, per incanto, per una magia eseguita da un mago che nessuno avrebbe pensato di definire tale: nientepopodimeno che Lo Stato.
Grazie, grazie, o Lo Stato; adesso posso scrivere ai miei numerosissimi creditori una lettera così:

---------------------------


Egregio fornitore

Rispondo al Suo ultimo accorato ma cortese sollecito di pagamento, informandoLa sulla conclusione della vertenza che ha visto contrapposti Lo Stato Italiano e 18 Cooperative Sociali vantanti verso di esso crediti per circa 10 milioni di Euro. 
La Procura di Roma, con potere di giudizio su questa vertenza, ha stabilito che:

“…nel caso di specie il mancato adempimento non può essere considerato come un intenzionale e indebito rifiuto di corrispondere quanto dovuto, essendo notorio il fatto che il progressivo deterioramento delle condizioni della finanza pubblica ha determinato negli ultimi anni una protratta e generalizzata condizione di insolvenza a carico di tutti gli enti erogatori di spesa, e tale criticità non può essere ascritta alla condotta attiva od omissiva di alcuno”.

Lei, egregio fornitore, può agevolmente sostituire le parole “finanza pubblica” con “finanza di ìnternet”, “tutti gli enti erogatori di spesa” con “ìnternet” e “alcuno” con “ìnternet”, ed il nostro contenzioso sarà immediatamente risolto con enorme risparmio di tempo, denaro ed altre inutili digitazioni.

Ed ora, prima di salutarLa cordialmente, vorrei permettermi di rivolgerLe un suggerimento: La invito a sostituire le parole suddette con il nome della Sua riverita azienda ed a inviare ai Suoi tanti fornitori il risultato di questo facile gioco di sostituzione, così come io ho fatto con Lei.

Personalmente trovo che tale azione costituisca un magico rimedio a tutte le nostre preoccupazioni finanziarie, ed il fatto che sia pure legale vi appone una insperata cornice rassicurante.

Lieto di aver così appianato ogni problematica nel corso dei nostri rapporti e di aver potuto renderLe servigio nella conduzione della Sua attività, in attesa di risentirLa per nuove ordinazioni, mi pregio inviarLe con la presente non certo i suoi quattrini, ma i migliori saluti sì.


Firmato
ìnternet

sfoglia
settembre        novembre
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte