.
Annunci online

 

satira, un punto di vista un po' storto
27 dicembre 2013
Prove ontologiche a bizzeffe

Piergiorgio Odifreddi è stato ospite alla trasmissione "Porta a porta" di Vespa; era intervistato a proposito della lettera che il "Papa emerito" Ratzinger gli aveva scritto come risposta al libro "Caro Papa ti scrivo" dove - ovviamente - il Professore è stato molto critico con la religione e soprattutto con la sua pratica.
Odifreddi è un combattente cordiale; il suo sorriso non è mai di scherno verso l'interlocutore, qualunque matterìa l'interlocutore possa dire e perfino quando esprime solo disprezzo arrogante evitando ogni argomentazione strutturata. A vedere il matematico-filosofo in certame con individui incredibilmente autori della pubblica stampa (incredibilmente - dico - nel vedere la nulla capacità di dialogo che manifestano in un confronto importante proprio perché attuato con un saldo avversario) viene da chiedersi quanta santa pazienza bisogna mai possedere, da laici, per non sbottare in un gigantesco mavaffàn.
Nello specifico della trasmissione (vi metto lì due lìnchi - in italiano: due collegamenti - perché possiate disgustarvi anche voi come dio comanda), era presente Vittorio Messori con le veci di controparte esorcistica davanti a tanto demonio di scienziato.
Vittorio Messori è un giornalista e storico di formazione laica con fede addirittura risorgimentale il quale, un bel giorno, raccontò di essere stato investito da "una forza" che lo rese cattolico. Da allora, deve aver fatto bene attenzione ad attraversare le strade della vita, perché nessuna altra forza mostra di averlo più nemmeno sfiorato.
Forte di tutta quella forza, in compenso, scrive assai e sempre su argomenti religiosi, difende l'Opus Dei (chissà se per Amorth questo non potrebbe essere segno di possessione) e parla parla di pastorelle intime della Madonna con una sicurezza che, cambiando la Madonna con - per esempio - un UFO, lascerebbe spazio ai più clinici pensieri.

La trasmissione (l'ho vista in spezzoni su you tube: non ho la forza di guardare quel canale tivvù) prosegue con le interruzione ciarliere di Vespa al calmo argomentare di Odifreddi, finché non è il turno di Messori; e qui notate un particolare: l'espressione del volto.
Il giornalista santo mima quello stato d'animo che un adulto ha di fronte a un ragazzaccio: la palpebra calata, la fissità del volto, una certa impazienza nervosa nel tono; l'uomo si sta misurando - così vuole manifestamente esibire - con un minore. 
Così, a partire dalla mimica, si potrebbe dire: "ed ora chissà che levatura di argomenti, se la convinzione che gli viene da quelli sale al al suo volto con una tale espressione di superiorità!" - Messori, il giornalista, subito mostra di quali argomenti sia ricco: enumera dito su dito il curriculum scolastico di Odifreddi. Non quello accademico, bensì della scuola dell'obbligo, facendo notare che il matematico ha studiato dai salesiani. Ma questa non è che la presentazione, la carta civetta; ora cala l'asso: - "...e poi ti sei diplomato geometra!"
"...E dunque?..." - fa lo scienziato, ingenuamente logico come tutti gli scienziati.
E' il momento: Messori spiega a lui ed all'inclito Mondo: "e dunque come fai a parlare di filosofia e teologia: sono cose che non sai, non le hai studiate, sei un geometra!"

Ora, non si può dubitare che Messori - il quale ha fatto il classico - non abbia studiato bene filosofia; secondo me, ha fatto benissimo i Presocratici; poi, non so. Lo scienziato, comunque, sorride socievolemente e pure gli risponde, dice: "sarebbe come dirti che tu ti sei diplomato alle elementari, ma uno studia anche dopo, no?" - ingenuo matematico: hai di fronte una bocca sapienziale e ti fermi alla logica; infatti il classicista, che sa quando le cose significano qualcosa, risponde: "e cosa vuol dire!". E tant'è. La trasmissione può addirittura continuare.

Io invece mi fermo qui: per certe cose non ho più l'età; non ho più dodici anni, voglio dire, che è l'età giusta per un dibattito così. Un penso doloroso ed accorato per Odifreddi, che mi vien voglia di strattonare via per la manica e dirgli, dandogli in malo modo del tu: "ma con che gente ti metti? Tu, così colto, non conosci gli aforismi di Wilde? - non metterti mai a discutere con uno sciocco, la gente potrebbe non notare la differenza -! Vieni via subito, e non lo fare mai più: giura sul Dialogo dei Massimi Sistemi!"

Che disperazione; son cose che fanno male. E infatti, proprio perché sono crudele, eccovi i lìnchi (in italiano: i collegamenti). Godetevi la prova ontologica alla fine del secondo, resa da una anziana pastorella.
E che Dio li perdoni. 

http://www.youtube.com/watch?v=oTc-uEWg -I

http://www.youtube.com/watch?v=oqVGlbBv4Kw



moda
18 dicembre 2013
Passata la festa
                               

Questa non è mia, dunque è meglio



                  
   
        
                                            
                    


   
         


politica estera
12 dicembre 2013
Grammelot per sordi

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/11/mandela-linterprete-dei-segni-a-johannesburg-era-falso-gesti-senza-senso/810035/

No, dico: la notizia è straordinaria; alla commemorazione funebre di un grande uomo, dove ognuno riflette sul fatto che, ogni tanto, un grande uomo c'è per davvero e che, comunque, nessun uomo può essere così grande da non avere difetti e non commettere errori, suggerendo così a tutti i presenti che la grandezza non è mica la divinità, ma è attributo umano dipendente principalmente dal carattere, quindi tutti noi potremmo tendere alla grandezza rafforzando quello, e con la volontà - mentre una riflessione così vien suggerita, cosa fa il traduttore nel linguaggio internazionale dei segni, l'unico linguaggio che permette una trasmissione interpersonale con un sordomuto?
Gesti a caso.
Il traduttore è un cazzaro, uno che si è improvvisato e che quel linguaggio non lo conosce, e si è infilato proprio lì a quel funerale un po' di tutti, per cazzeggiare.

Perché? Le ragioni - che durante il momento di sorpresa non si scorgono - possono essere tante:

- è povero e disperato e aveva proprio bisogno di quel compenso destinato al traduttore vero
- è pazzo, emulo di Chance il giardiniere, il grande personaggio di Peter Sellers nel film Oltre il giardino e - come nel film - nessuno l'aveva capito.
- è la reincarnazione di Tommaso Marinetti o di uno del suo gruppo: gente interessante, ma soprattutto cazzara quant'altra mai. Dunque la metempsicosi è una realtà.
- era Dario Fo. Ma non è possibile, perché Dario Fo è un buffone serio.
- era berlusconi.
- era un sordomuto dislessico.

E chissà quante altre ottime ragioni esistono, per un fenomeno così. Pensiamoci.


politica interna
4 dicembre 2013
Ariniùs


Oh quant'è bello, leggere il giornale


- Berlusconi candidabile in Bulgarìa; in effetti bùlgaro, una volta significava proprio quello che pensate.

- Le staminali fanno bene, cioè male, ma in fondo chissà. Il TAR del Lazio ha sospeso il parere della commissione. Quale parere? – quello contrario. Contrario a che? – alla non proibizione all’uso; dunque ora fanno bene. Chi? - gli scienziati. A fare cosa?- a farlo. Si possono fare? – sì, cioè, no: è sospeso. Ma cosa? – ascoltate: già non si capisce niente, non confondiamoci oltre.

- In vista un accordo tra Nuova Destra Democratica Mica Come Prima, o come si chiama, e Rinnovato & Lieto Centro-sinistra Ma Non Troppo, o come si chiamerà. Le due importanti configurazioni (non so come chiamarle), entrambi disprezzando le vecchie larghe intese, se la intendono. Chiamiamola “nuova intesa”. I premier Angelino… (scusate, rido) Alfano e Rènzi (basta la parola), tratteranno con il Governo (diciamo) Letta del varo della nuova legge elettor… - e sì vabbè, scherzavo. Anzi: scherzano.

- La Corte Europea di Strasburgo ha ordinato – ordinato, capite – all’Italia di “ottemperare”. Per ottemperare, l’Italia deve fare l’indulto. Ma chi l’ha detto? – il Presidente della Repubblica Italiana. “ottemperare”, nella lingua di Strasburgo, il strasburghese, significa in italiano “indultare”. Chissà cosa vuol dire… in cinese, toh.

- Ad Alitalia, la nostra compagnia di bandiera bianca, serve una ricapitalizzazione. Sapessi a me, ma seguiamo la notizia: le Poste Italiane (le poste? – sì, le poste) hanno già offerto 75 milioni (ma chi, le poste? – e sì, le poste. - All’Alitalia? – all’Alitalia.). Purtroppo però lo Stato Maggiore della Difesa preferisce rivolgersi alla compagnia concorrente Meridiana (perché, lo Stato Maggiore della difesa piglia l’aereo come me e te? – evidentemente. – E per difendere l’Alitalia si muovono le poste e la Difesa no? – che ti devo dire; forse loro se ne intendono e, più che difesa, è autodifesa. Una specie insomma di “si salvi chi può”. Auguri.).

- Forza Italia (ma non era morta?) chiede la sospensione della nomina a Senatore a vita per Claudio Abbado, Carlo Rubbia, Renzo Piano ed Elena Cattaneo; non avrebbero gli altissimi meriti in campo sociale, artistico, scientifico e letterario previsti dalla Costituzione, per la carica. Volendo informarsi un po', effettivamente si scopre che i quattro fancazzisti non hanno, ad esempio, mai vinto Sanremo, od un torneo di calcetto. Come dare torto a Forza Italia (ma non era morta?)?

- Luciano Violante, ex Presidente della Camera (i palazzi di Berlusconi ne hanno tante) si sarebbe rivolto al suo Partito (il PD, non fate gli spiritosi) accusandolo di “non aver difeso i diritti di Berlusconi”. Cosa significa questa posizione? – la risposta nel filmato: http://www.youtube.com/watch?v=RHPRel7mpUM

- L'UE antitrust ha multato le più importanti banche europee perché hanno manipolato l'Euribor, il Libor e il Tibor. Speriamo non becchi anche me che, come le banche, amo i giochi di parole.

- In Puglia, per abbattere le liste d’attesa, si faranno esami clinici anche di notte. Sarà una nuova emozione, essere esaminati da un medico che sbadiglia.

- Nel 2015 ci sarà una ostensione della Sindone. Nel 2015. E ce lo dicono adesso. Però ci sarà anche il Papa, all'ostensione. E' ottimista, il vecchio. La cruciale notizia è stata resa da un arcivescovo, nientemeno. Il lenzuolone dipinto sarà osteso a Torino. E dove sennò. L'alto prelato ha definito l'evento "straordinario". Quanto abbiamo da imparare, sull'argomento marketing.

- Una ottima novità per l'ecologia: nei boschi italiani tornano "lupi, falchi, grifoni, orsi e foche". No, pardon, le foche tornano sulle spiagge. Gli altri, se non siamo sfortunati, nei boschi. Il Ministro dell'Ambiente torna invece al ministero, ma facendo una ruota grossa così.

- Ed ora lo sport: Cuccureddo si è rifregàto un menisco; il dottor Mengele, medico della Nazionale, ha previsto due ere di riposo assoluto per il terzino attaccante. – L’iter dell’Inter tuttora in itinere tra il tric e il trac. - Il Werder Brema di Cantù ha vinto al Maracanà il terzo turno di ritorno sull’Atletico Madrid che forse ha perso. - Ripescato al sorteggio classificatorio invalso, l’Olympique Marseille ha detto: "grazie, ma ora preferisco il basket". – proverbio del giorno: “In coppa delle coppe, scoppi chi non acchiappa la coppa in compagnia”.


Chiudete il giornale. Buona notte.




sfoglia
novembre        gennaio
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte