Blog: http://banditore.ilcannocchiale.it

Satira degli altri.

Rigorosamente vere, queste cose. Sì, loro sono più bravi.




Il Sindaco di Adro (Brescia) Signor Lancini:

“prima i nostri e poi anche gli altri”

Intervista al Sindaco di Cittadella (Padova) Signor Bitonci:

Giornalista: “Il Signor Mohed è cittadino italiano, come i suoi figli, è residente e lavora a Cittadella da 13 anni ma non ha ottenuto il punteggio per l’assegnazione della casa, questo grazie alle regole contro gli immigrati della sua amministrazione; se non aveste fatto queste nuove regole, questo cittadino italiano avrebbe la casa!”

Sindaco: “Può anche darsi, ma da noi funziona così; può tranquillamente prendere e andare in un altro comune dove ci sono regole per l’assegnazione delle case popolari più tolleranti delle nostre”.


Ex Assistente sociale del Comune di Adro:“…famiglie che non hanno pagato la mensa per problemi economici erano in passato aiutate col sostegno affitto ed il buono sociale per le famiglie numerose, a cui l’Amministrazione di Adro ha rinunciato perché vi potevano partecipare anche cittadini stranieri e così, più la gente sta male, più è costretta ad andare ad abitare in altri paesi”.

Giornalista: Lei è sicura di quel che dice?

Ass. Sociale: Sicurissima.

Sindaco di Adro: Se io vengo ad abitare a Roma e non mi trovo bene, non pretendo che Roma cambi…

Giornalista: Ma lei ha messo una taglia sugli immigrati irregolari!...

Sindaco: Non è una taglia! Era un fondo di produttività! Cinquecento euro a chi ne denuncia due…

(Dalla trasmissione “Annozero” del 23.IV.10)


“Da quando ti svegli e prepari il tuo caffè, il tuo Comune con i suoi servizi accompagna ogni momento della tua giornata; non importa quanti anni hai, non importa chi sei: per i Comuni italiani, ogni abitante è primo cittadino… immagina cosa sarebbe la tua vita senza il tuo comune! Comuni d’Italia: dove ogni abitante è primo cittadino”.

(Spot pubblicitario televisivo della ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani)


Chapeau.

Pubblicato il 23/4/2010 alle 19.39 nella rubrica Teatrino politico.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web